Jazz & Wine  Suono di-vino


CANTINA ENDRIZZI
Località Masetto, 2, 38098 San Michele All'Adige
INFO: 0461 662672

CANTINA D'ISERA
Via al Ponte, 1, 38060 Isera
Info: 0464 433795

CIRCOLO OPERAIO PAGANINI Via S. Giovanni Bosco 5, ROVERETO
INFO: 0464 080573

BAR Pasi, Piazza Mario Pasi, 1, TRENTO
Info: 0461 263624

CASA DEL VINO, Piazza S. Vincenzo 1, Isera
Info: 0464 486057







Concerti promossi nel circuito nazionale  jazz&wine
in collaborazione con il Circolo Controtempo



5 settembre 2021, Isera Casa del Vino, ore 21.00
Stefano Colpi Open Atrio
Stefano Colpi contrabbasso, Andrea Pimazzoni sax, Giuliano Cramerotti chitarra, Filip Milenkovic batteria
Il quartetto guidato dal contrabbassista Stefano Colpi propone una musica di forte impatto melodico, con particolare attenzione ai contrasti dinamici e ad uno sviluppo spaziale più che ritmico.





7 settembre 2021, Trento, Bar Pasi, ore 21.00
Gorgan Trio
Roberto Gorgazzini organo, Giuliano Cramerotti chitarra, Valerio Abeni batteria
L'Organ trio è una tipica formazione jazz che trova le sue origini negli anni ’50 principalmente grazie al caposcuola Jimmy Smith.
All’inizio il repertorio era fortemente basato sul Blues ma più tardi si aprì al Be bop, Hard Bop e al Jazz modale e più recentemente al Funk e a forme più moderne di jazz. Nella formazione Organ Trio l’organista ricopre vari ruoli che includono suonare le linee di basso (wlaking e groove), gli accordi (comping) e suonare le linee melodiche e gli assoli.
Il “GORGAN TRIO” vede Roberto Gorgazzini all’organo, Giuliano Cramerotti alla chitarra e Valerio Abeni alla batteria. I tre musicisti forti di un grande affiatamento, suonando assieme i primi due da circa quarant’anni in varie situazioni e con Abeni da una decina, hanno formato il loro repertorio sulla letteratura sia datata che più moderna dell’Organ Trio e quindi su brani di Jimmy Smith, Wes Montgomery, Pat Martino, Grant Green, Tony Monaco, Scoffield ma introducendo gradualmente brani originali di Gorgazzini e Cramerotti, ispirati dal sound dei grandi Maestri, fino a presentare l’intero concerto con brani originali. Le composizioni spaziano dal Blues-based song al brano modale, al funk, al latin. A settembre il “GOrgan Trio” entrerà in studio per registrare i brani che verranno proposti nel concerto per fissare in un prossimo CD.







9 settembre 2021, S. Michele all’Adige, Cantina Endrizzi, ore 18.30
JazzApe Endrizzi: Sonata Islands TSQ
Emilio Galante flauto, Alessandro Bianchini  vibrafono, Davide Tedesco contrabbasso,Thomas Samonati batteria

Third Stream è un termine coniato negli anni ’50 per descrivere un genere musicale in grado di compiere una sintesi tra musica classica e jazz. Le composizioni di Emilio Galante si ispirano infatti ai grandi autori della musica di tradizione euro-colta del Novecento come Bartok, Debussy e Stravinsky: reinvenzioni imprevedibili e forse improbabili per un quartetto jazz, come la Sacre o i Trois Nocturnes.
Nel maggio 2021 è uscite il cd di questo programma, dal titolo “TSQ”.
I musicisti del quartetto, grazie alla loro preparazione accademica, sono abituati a confrontarsi con i linguaggi più disparati.

Durante l’aperitivo deliziosi fingerfood serviti al tavolo in accompagnamento ai vini Endrizzi.

35 euro
Il biglietto d’ingresso comprende:
Calice di benvenuto + Concerto sotto la tettoia della Vinoteca Endrizzi + Proposta Finger Food del catering Moresco + Accompagnamento della serata con una selezione di vini Endrizzi
Per prenotazioni: vinoteca@endrizzi.it – 0461/662672






12 settembre 2021, Isera Casa del Vino, ore 21.00
Sonata Islands - Songs from the Alps
Emilio Galante flauto, Alessandro Bianchini vibrafono, Giulio Corini contrabbasso, Nelide Bandelli batteria
Nuovo programma dell’ensemble dedicato agli standard alpini rielaborati con il linguaggio del jazz. In programma classici come la Montanara o originali comeSudtiroler Rundgungen del musicista svizzero Matthias Schriefl e i Monti Pallidi di Franco D’Andrea che quest’anno compie 80 anni.



14 settembre 2021, Trento, Bar Pasi, ore 21.00
Swing Machine
Sandro Gibellini Guitar ,Martino De Franceschi bass, Francesco Casale Drums
Il trio nasce nel 2016 dall'entusiasmante ritrovamento tra due amici di lunga data: il rinomato chitarrista italiano Sandro Gibellini e lo straordinario batterista Francesco Casale, uniti da un'affiatata amicizia e da un'incomparabile intesa musicale, insieme al giovane bassista veronese Martino De Franceschi, danno vita ad una formazione scoppiettante, proponendo un vivace repertorio che spazia dal jazz tradizionale alla musica brasiliana, con uno sguardo anche al pop e alla musica da film.
Sandro Gibellini è uno dei più importanti chitarristi jazz italiani. Ha suonato con moltissimi musicisti, tra i quali Gerry Mulligan, Lee Konitz, Al Grey, Jimmy Owens, Kenny Barron, Rufus Reid.
Francesco Casale è il maestro di tutti i batteristi veronesi. Ex bambino prodigio, dopo quasi 50 anni di palcoscenico e un'infinità di registrazioni, è uno dei più interessanti ed eclettici batteristi in Italia. In questa eccezionale formazione Francesco sfodera un altro suo grande talento, quello del canto (e dello scat!), tuffandosi in stravaganti interpretazioni e improvvisazioni travolgenti.
Martino De Franceschi fin dalla giovane età suona da autodidatta la chitarra e successivamente il basso elettrico. Al conservatorio di Mantova studia jazz con i maestri Salvatore Maiore, Mauro Negri, Oscar Del Barba, Mauro Beggio e altri









16 settembre 2021, Rovereto, Circolo Paganini, ore 21.00
Sonata Islands Kommandoh - QBB (Quasar Burning Bright)
Emilio Galante, flute/ Giovanni Venosta, keyboards and singing/ Alberto N. A. Turra, electric guitar/ Stefano Grasso, drums/ Stefano Greco, programming and electronics
Il 18 novembre 2020 è uscito Quasar Burning Bright, l’ultimo lavoro di Sonata Islands per l’etichetta “Chant Records”, fondata da due influenti membri della scena downtown di New York, Shanir Blumenkranz e John Madof, musicisti della cerchia di John Zorn.
Questa versione dell’ensemble Sonata Islands ha il suffisso Kommandoh, epiteto che per gli appassionati richiama la poetica dei Magma, band francese di Avant rock che da quasi quarant’anni influenza la scena della cosiddetta Zeuhl, una combinazione di rock, jazz e musica colta d’avanguardia, influenzata dal batterista Christian Vander
Non a caso la prima uscita per “Chant records” di Sonata Islands Kommandoh è stato tre anni fa un progetto dal titolo “Zeuhl Jazz”.
QBB, Quasar Burning Bright è da considerarsi un po’ come un ossimoro:
l'abbagliante luminescenza di un’invisibile stella lontana (alla stregua di molta musica fuori dai circuiti “mainstream”), vuoti spazi siderali improvvisamente colmati con luminose e inaspettate esplosioni. Math, modal, funky e free jazz finalmente si incontrano, su layers di elettronica mistica e/o groovy, con un tocco di “metal”, nel senso più ampio del termine. Il progetto è costituito da diversi elementi: partito dall’esistenza di brani pre-registrati di orientamento elettronico e elettro-acustico, realizzati da Stefano Greco (alias Fana), sui quali si sono sovrascritti temi e armonie dal sapore jazzistico (si pensi al jazz-rock-funk anni 70 di ispirazione modale: Davis, Hancock), minimalista (Nik Bärtsch) e cinematico, composti da Giovanni Venosta ed Emilio Galante. Stefano Greco (che ha anche registrato e mixato il materiale) riprende parte attivamente alla esecuzione, “triggerando” porzioni di basi pre-registrate insieme a improvvisazioni in live electronics (trattando i suoni di flauto e batteria), mentre gli altri 4 elementi della band entrano ed escono dalle parti scritte con assoli che cercano di inglobare diversi generi musicali anche piuttosto eterogenei cronologicamente, dal punto di vista armonico e timbrico.





19 settembre 2021, Isera Casa del Vino, ore 21.00
Social Fusion Collective
Daniele Valle chitarra , Fabrizio Matuzzi tastiere , Michele Astegher basso ,Sebastiano Bombana batteria
Il quartetto propone una miscela di jazz fusion, funk, world music ed elettronica . Il repertorio comprende brani propri e standard.





  23settembre 2021, S. Michele all’Adige, Cantina Endrizzi, ore 18.30
JazzApe Endrizzi: omaggio a John Coltraine -Quip Quartet
Pietro Tonolo (sassofoni) Giancarlo Bianchetti (chitarra) Franco Testa (contrabbasso) Enrico Tommasini (batteria)
Una cena in musica, tra suggestioni jazz e calici di vino

Pietro Tonolo Quartet Pietro Tonolo (sassofoni) Giancarlo Bianchetti (chitarra) Franco Testa (contrabbasso) Enrico Tommasini (batteria) Un omaggio al giorno natale di John Coltrane
Il 23 settembre 1945 nasceva John Coltrane riconosciuto tra i più grandi sassofonisti della storia del jazz, uno tra i capisaldi del genere degli anni sessanta, che ha chiuso il periodo del bop e aperto quello del free jazz.

Il fascino della Bottaia della Vinoteca Endrizzi ospita uno straordinario concerto a lui dedicato dal Pietro Tonolo Quartet in accompagnamento alle eccellenze dei vini Endrizzi: Trentodoc Riserva Piancastello, DALIS Rosé, Gran Masetto e Masetto Dulcis.

75 euro
Il biglietto d’ingresso comprende:
Aperitivo di benvenuto + Concerto nella suggestiva Bottaia Endrizzi + Cena proposta dal catering Moresco + Accompagnamento della serata con una selezione dei vini Endrizzi
Per prenotazioni: vinoteca@endrizzi.it – 0461/662672








8 ottobre 2021, Isera, Cantina di Isera, ore 19.00
ingresso 15 euro con intermezzo di alcune degustazioni di Marzemino Superiore di Isera

AS MADALENAS
Cristina Renzetti, Tati Valle: voce, chitarra, percussioni

Tra le più attive interpreti di musica brasiliana in Italia, Cristina Renzetti e Tati Valle si sono incontrate nel 2014 per unire le loro voci, le chitarre, le percussioni e dare vita ad un progetto unico, pieno di freschezza e intensità.
Il loro primo album “Madeleine” (Brutture Moderne 2015) ha riscosso un notevole successo di pubblico e di critica (“uno dei migliori dischi brasiliani dell’anno” per il Venerdì di Repubblica, “armonia pura” per O Globo Brasil), è stato disco della settimana su Fahreneit Radio 3 ed è stato presentato in importanti club e festival nazionali tra cui Crossroads Festival, Ravenna Jazz, Casa del jazz di Roma, Bravo Caffè, Torrione Jazz Club, Estatica, Teatro Comunale di Bologna, Piazza Verdi Live (Radio 3), Brasil (Radio 1). Nel 2018 esce il secondo album “Vai, menina” con la partecipazione di molti ospiti tra cui il grande compositore Guinga, Gabriele Mirabassi, Valentino Corvino e Vince Abbracciante, dove le due musiciste continuano nella loro ricerca di un suono energico e al tempo stesso sognante. Dolci e energiche, As Madalenas si scambiano gli strumenti e le intenzioni, la lingua italiana e quella portoghese, esprimendo la forza e la delicatezza del mondo femminile e le sfumature diverse del folklore brasiliano, del samba e della canzone d’autore.