Jazz & Wine  Suono di-vino


CIRCOLO OPERAIO SANTAMARIA Via Santa Maria 18, ROVERETO
INFO: 388 812 5948 - su facebook

PORTEGHET, Piazzetta Niccolò Rasmo, 3, TRENTO
Info: 0461 985116 - su facebook

CASA DEL VINO, Piazza S. Vincenzo 1, Isera
Info: 0464 486057

LA GRENZ MOENA
Info: 366 2271091
su facebook




Concerti promossi nel circuito nazionale  jazz&wine
i collaborazione con il Circolo Controtempo
Ogni concerto è collegato ad una presentazione enologica


1 settembre 2020, ore 20.30, Porteghet. Trento
Fiorenzo Zeni Quartet
Fiorenzo Zeni sax, Michele Giro pianoforte, Marco Stagni contrabbasso, Michele Burchio batteria

Fiorenzo Zeni, sassofonista e compositore bolzanino che negli anni ha “prestato la sua penna” come autore in molti progetti nati in Trentino Alto Adige, pubblica dopo lunga attesa la seconda opera discografica che porta il suo nome. Prendendo spunto dallo stile degli anni ’50, con omaggi a Oliver Nelson, Sonny Rollins, John Coltrane Zeni ripercorre nelle sue composizioni diversi capitoli della storia del jazz e del suo strumento.
Repertorio del nuovo cd “Morning light” uscito nell’ottobre 2019, ispirato a grandi del jazz, come Oliver Nelson, Sonny Rollins e John Coltrane

Presentazione di "Verticali" a cura di Proposta Vini








3 settembre 2020, ore 21, Circolo Santa
Maria, Rovereto
Stefano Bedetti Trio
Stefano Bedetti sax tenore/ Stefano Senni contrabbasso/ Alessandro Paternesi batteria
Il trio del sassofonista Stefano Bedetti omaggia la musica dei grandi Maestri dell’era del jazz, partendo dalle
radici del bebop fino ad arrivare alle composizioni più moderne ed estemporanee.
Da Charlie Parker a John Coltrane, da Miles Davis a Joe Henderson, da Cole Porter ad Antonio Carlos Jobim, i quali, rappresentano ancora oggi un punto di riferimento per tutti i musicisti e amanti della musica jazz e non solo.
La nuova formazione, inedita sino ad oggi, vede la partecipazione di una sezione ritmica di altissimo livello
Stefano Senni al contrabbasso ed Alessandro Paternesi alla batteria, musicisti di fama internazionale, i quali vantano nei loro anni di carriera, collaborazioni prestigiose sia come sidemen che come leaders...
Un’esperienza, un viaggio che porterà l’ascoltatore attraverso atmosfere “antiche” e misteriose, gioiose e spensierate ma anche intense e coinvolgenti.

Presentazione di "Vini Vulcanici" a cura di Proposta Vini.








8 settembre 2020, ore 20.30, Porteghet. Trento
Diego Borotti NU4tet
Diego Borotti saxofoni, EWI, composizione, direzione/ Fabio Gorlier pianoforte, tastiere/Davide Liberti contrabbasso, basso elettrico/ Mattia Barbieri batteria, elettronica

"D.B. Nu4tet nasce nel segno del post-bop, della trasformazione delle strutture dei grandi standard di cui i 4 protagonisti si sono cibati nella loro vita musicale, nella scrittura di brani originali che hanno le radici nella tradizione del jazz e le fronde nella commistione di suoni acustici ed elettronici, nella musica classica del '900 e nelle forme "aperte", nel funk nero cosi come nelle sonorità aeree della world-music. Il tentativo di rimettere su di un solo piano i propri sconnessi culturali e di dotare la propria musica di un respiro largo, rendono questo quartetto una tra le proposte più interessanti nel panorama europeo."

Presentazione di "Verticali" a cura di Proposta Vini







10 settembre 2020, ore 21, Circolo Santa Maria, Rovereto
Francesca Ajmar Quartet
Francesca Ajmar voce, Simone Daclon pianoforte, Matteo Frigerio batteria, Tito Mangialajo contrabbasso

Un viaggio musicale verso il Brasile, atterrando a Rio de Janeiro, chiudendo gli occhi e perdendosi senza pensieri nelle sonorità e nel repertorio proposti da questo meraviglioso quartetto, con la voce vellutata di Francesca Ajmar, accompagnata da strepitosi musicisti, con cui collabora da anni.
Francesca Ajmar ha pubblicato sette CD a proprio nome, di cui quattro dedicati al Brasile: l’ultimo, recente, uscito per la prestigiosa etichetta “A-beat”, vede ospite il grande Hector “Costita” Bisignani, pietra miliare della Bossa Nova e del Samba Jazz affianco a compositori come Tom Jobim, Sérgio Mendes, Johnny Alf, Hermeto Pascoal,… Da molti anni Francesca Ajmar si dedica con particolare interesse alla Bossa Nova, alla Música Popular Brasileira e al Samba Jazz, intrepretando anche un repertorio più ricercato, oltre ai classici, e presentando alcune composizioni originali pubblicate nei propri CD. Ha collaborato strettamente in questi anni con alcuni tra i maggiori protagonisti della scena contemporanea brasiliana:         Moacyr Luz, con cui ha pubblicato il CD “Dois Lugares”, Gabriel Grossi, Paula Santoro, Sérgio Galvão, Daniela Spielmann, Carlos César Motta, Ricardo Moreira, solo per citarne alcuni, cantando dal vivo in alcuni dei più importanti locali storici di Rio. I suoi dischi sono stati trasmessi da Radio 1 e Radio 3 Rai, dalla Radio Svizzera, Radio France, e da alcune delle maggiori Radio brasiliane. E’ docente di Canto Jazz presso il Conservatorio “F. Vittadini” di Pavia.

Presentazione di "Vini dell'Angelo" a cura di Proposta Vini.







15 settembre 2020, ore 20.30, Porteghet, Trento
Sonata Islands Latin Quartet
Emilio Galante flauto, Alessandro Bianchini vibrafono, Fabrizio Larentis contrabbasso, Gianlorenzo Imbriaco batteria
Nuovo repertorio di SI quartet, interamente dedicato al latin jazz (Chick Corea soprattutto) e alla bossanova, con arrangiamenti originali di standard famosi, da Besame Mucho a Chega de Saudade, da Um a Zero a Spain, da Fiesta a Armando's Rumba.
Presentazione di "Verticali" a cura di Proposta Vini




17 settembre 2020, ore 21, Circolo Santa Maria, Rovereto
Sonata Islands Latin Quartet
Emilio Galante flauto, Alessandro Bianchini vibrafono, Fabrizio Larentis contrabbasso, Gianlorenzo Imbriaco batteria
Presentazione di "Vini delle Isole Minori" a cura di Proposta Vini.







IN COLLABORAZIONE CON CASA DEL VINO, ISERA


  4 ottobre 2020, ore 21.30, Casa del Vino, Isera
GORGAN DUO Feat. Michael Rosen

Roberto Gorgazzini e Giuliano Cramerotti hanno iniziato a suonare assieme quarant’anni fa in diverse situazioni e nell’ultimo decennio hanno dato vita alla formazione in Organ Trio e Duo. Per Jazz & Wine i due musicisti avranno il piacere di ospitare il sassofonista statunitense Michael Rosen e con lui presentare un repertorio di brani originali alternati da standard del songbook americano che Rosen talvolta propone in veste di cantante.



 
18 ottobre 2020, ore 21.30, Casa del Vino, Isera
Sonata Islands Latin Trio
Emilio Galante flauto, Alessandro Bianchini vibrafono, Fabrizio Larentis contrabbasso

Nuovo repertorio di SI trio, interamente dedicato al latin jazz, termine che definisce le contaminazioni fra il jazz e la musica del sud-centro America.
Nasce alla fine degli anni 50 nell’incontro ad esempio di Tito Puente con Dizzy Gillespie, o di Stan Getz con Joao Gilberto, dai Caraibi al Brasile, dove diventerà Bossanova.
Flauto e vibrafono ne sono stati protagonisti dall’inizio, con il quartetto di Carl Tjader e Paul Horn nei primi anni 60 o con quello di Dave Valentin e Dave Samuels trenta anni dopo.
Chick Corea ne è grande interprete, fino dal suo primo Return to Forever, dei primi ’70, con il flautista Joe Farrell: molti i suoi brani in programma, con arrangiamenti originali di standard famosi, da Crystal Silence ad Armando's Rumba. Poi ancora Besame Mucho, Chega de Saudade, Um a Zero di Pixinguinha (
uno dei più famosi compositori di choro). Due omaggi a musicisti brasiliani nostri contemporanei, Guinga e Egberto Gismonti.

Prenotazione obbligatoria al 0464 486057







  8 novembre 2020, ore 21.30, Casa del Vino, Isera
BORIS SAVOLDELLI VOICE-ORCHESTRA
“Uno spettacolo entusiasmante”, “un vero Genio della voce”, “uno dei più intriganti progetti vocali degli ultimi anni”, “la variante moderna di Bobby McFerrin ed Al Jarreau”, “una voce ipnotica”…questi sono solo alcuni dei commenti entusiastici tributati dalla stampa specializzata di mezzo mondo a Boris Savoldelli ed al suo lavoro con lo strumento voce.
Il suo Live set in solo voce ha avuto inizio a New York nel 2008 con un concerto allo storico The Stone di John Zorn e, da allora, ha infiammato le platee di Stati Uniti, Russia, Europa, Cina, Indonesia, Giappone, Corea del Sud e Brasile con concerti nei più importanti festival jazz e club mondiali.
Nel suo vocal solo live show Boris interpreta i brani dei suoi fortunati cd “Insanology” e "Biocosmopolitan", alcuni personali riarrangiamenti per sola voce dei grandi classici del songbook jazz e pop-rock e ardite sperimentazioni vocali utilizzando solamente la propria voce, una looper machine ed alcuni processori di segnale, senza strumenti aggiuntivi e SENZA BASI PREREGISTRATE!!
Lo spettacolo si basa, per la composizione delle canzoni, su un’idea “mantrica” dei brani, dove la ripetizione continua di brevi porzioni armoniche e ritmiche, sovrapposte le une alle altre, in un delicato e complesso equilibrio ritmico-armonico, creano il brano.
Gli spettatori vengono coinvolti in questo originale show che gli permette di “vedere nascere” ogni singola canzone e di ascoltare la voice-orchestra generata dalle corde vocali di Boris.
Promo Video

Prenotazione obbligatoria al 0464 486057






22 novembre 2020, ore 21.30, Casa del Vino, Isera
Peo Alfonsi - Pierpaolo Manca Guitar Duo

Peo Alfonsi e Pierpaolo Manca, due chitarristi di origine sarda legati da una vecchia amicizia nata quando insieme muovevano i primi passi nella vita concertistica della loro Isola, si ritrovano dopo oltre vent'anni per unire i loro percorsi personali e le loro esperienze per questa serata.
Il repertorio attingerà dalle svariate esperienze dei due musicisti e sarà un omaggio agli autori della tradizione jazz più amati dai due.
Prenotazione obbligatoria al
0464 486057










IN COLLABORAZIONE CON LA GRENZ MOENA


6 novembre 2020, ore 21.30, La Grenz, Moena
Sonata Islands Latin Quartet
Emilio Galante flauto, Alessandro Bianchini vibrafono, Fabrizio Larentis contrabbasso, Gianlorenzo Imbriaco batteria

Nuovo repertorio di SI quartet, interamente dedicato al latin jazz, termine che definisce le contaminazioni fra il jazz e la musica del sud-centro America.
Nasce alla fine degli anni 50 nell’incontro ad esempio di Tito Puente con Dizzy Gillespie, o di Stan Getz con Joao Gilberto, dai Caraibi al Brasile, dove diventerà Bossanova.
Flauto e vibrafono ne sono stati protagonisti dall’inizio, con il quartetto di Carl Tjader e Paul Horn nei primi anni 60 o con quello di Dave Valentin e Dave Samuels trenta anni dopo.
Chick Corea ne è grande interprete, fino dal suo primo Return to Forever, dei primi ’70, con il flautista Joe Farrell: molti i suoi brani in programma, con arrangiamenti originali di standard famosi, da Spain, a Fiesta e Armando's Rumba. Poi ancora Besame Mucho, Chega de Saudade, Um a Zero di Pixinguinha (uno dei più famosi compositori di choro). Un omaggio a un musicista brasiliano nostro contemporaneo, Egberto Gismonti.





27 novembre 2020, ore 21.30, La Grenz, Moena
Swing Machine
Sandro Gibellini - Guitar Martino De Franceschi - Bass Francesco Casale - Drums

Il trio nasce nel 2016 dall'entusiasmante ritrovamento tra due amici di lunga data: il rinomato chitarrista italiano Sandro Gibellini e lo straordinario batterista Francesco Casale, uniti da un'affiatata amicizia e da un'incomparabile intesa musicale, insieme al giovane bassista veronese Martino De Franceschi, danno vita ad una formazione scoppiettante, proponendo un vivace repertorio che spazia dal jazz tradizionale alla musica brasiliana, con uno sguardo anche al pop e alla musica da film.
Sandro Gibellini è uno dei più importanti chitarristi jazz italiani. Ha suonato con moltissimi musicisti, tra i quali Gerry Mulligan, Lee Konitz, Al Grey, Jimmy Owens, Kenny Barron, Rufus Reid.
Francesco Casale è il maestro di tutti i batteristi veronesi. Ex bambino prodigio, dopo quasi 50 anni di palcoscenico e un'infinità di registrazioni, è uno dei più interessanti ed eclettici batteristi in Italia. In questa eccezionale formazione Francesco sfodera un altro suo grande talento, quello del canto (e dello scat!), tuffandosi in stravaganti interpretazioni e improvvisazioni travolgenti.
Martino De Franceschi fin dalla giovane età suona da autodidatta la chitarra e successivamente il basso elettrico. Al conservatorio di Mantova studia jazz con i maestri Salvatore Maiore, Mauro Negri, Oscar Del Barba, Mauro Beggio e altri